Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2017

Il mio libro è online!

Salve lettori di Storicissimo!
E' online il mio libro, "Storie sconosciute della seconda guerra mondiale", una raccolta dei migliori articoli dedicati al secondo conflitto globale.
Questo primo volume è solo un assaggio, il progetto infatti prevede almeno quattro volumi, dove oltre che alla raccolta di alcuni articoli troverete anche del materiale inedito e sicuramente interessante.
Grazie e buona lettura!
Versione eBook
Versione cartacea


Tregua di Natale

(Britannici e Tedeschi si incontrano amichevolmente nella terra di nessuno)


Il natale è da sempre considerato come il periodo più gioioso dell'anno, un momento di raccoglimento e amore. Vi starete chiedendo quindi, come sia possibile che un argomento del genere possa finire tra le pagine della storia militare, eppure, nell'ormai lontano 1914 a pochi mesi dallo scoppio della prima guerra mondiale, il natale divenne protagonista degli eventi bellici, sostituendo per qualche ora i noti eventi della guerra di posizione.
Già il 7 Dicembre del '14 il Papa, Benedetto XV, rivolse un accorato appello ai soldati al fronte, chiedendo "che i cannoni possano tacere almeno nella notte in cui gli angeli cantano". Durante la notte della vigilia, nella zona di Ypres, i tedeschi iniziarono ad ornare le loro trincee con delle candele ed allietarono la serata intonando tipici canti natalizi (Stille Nacht la versione tedesca di Silent Night), stessa cosa cominciarono a fare britannici di…

Samba e guerra

(Il distintivo della F.E.B.)

Il Brasile nella seconda guerra mondiale
Nell'immenso panorama storico della seconda guerra mondiale, vi sono pagine di storia meno note, ma non per questo meno importanti. Il coinvolgimento del Brasile al secondo conflitto mondiale è una di esse. 

Il Brasile dagli anni '30 allo scoppio della guerra
La situazione interna brasiliana a ridosso degli anni trenta non era delle più semplici, l'intera nazione viveva un periodo di grande instabilità, soprattutto politica. Nel 1930 in seguito ad una rivoluzione interna, con l'appoggio decisivo dei militari, Giulio Vargas (Detto anche "Il padre dei poveri") riuscì a prendere il potere. Il neo presidente del Brasile, riuscì a conquistare il favore del popolo attuando una serie di riforme economico-sociali, ritenute necessarie soprattutto dalle classi sociali più basse. L'ideologia promossa da Vargas fu di stampo tipicamente nazionalista, ma a differenza dei totalitarismi nazionalisti dell'…

Lapponia e dintorni

Introduzione
In questi giorni si sono celebrati i cento anni dall'indipendenza della Repubblica Finlandese. Nazione che nonostante sia relativamente giovane, ha avuto un ruolo di rilievo nel panorama geopolitico europeo, soprattutto a ridosso della seconda guerra mondiale. La Finlandia ottenne l'indipendenza dalla Russia il 6 Dicembre 1917, il paese risucchiato nella guerra civile russa, visse anch'esso uno scontro fratricida tra "rossi" e "bianchi", quest'ultimi guidati dall'energico generale Gustaf Mannerheim supportato dai tedeschi, (in quel momento vincitori sul fronte orientale) riuscirono ad avere la meglio sui "rossi".
La Germania pose poi sul trono del neo regno di Finlandia il cognato del Kaiser Guglielmo II, il principe Federico d'Assia. Tuttavia, a causa della definitiva sconfitta tedesca, il neo regno di Finlandia si dissolse. Lasciando così campo libero alla costituzione di un sistema repubblicano. Il 26 Luglio 1919 la Fi…

L'alleato invisibile.

(Re Boris III di Bulgaria in un incontro con Hitler)
La Bulgaria nella seconda guerra mondiale.



La seconda guerra mondiale ha visto scontrarsi principalmente due fazioni ben distinte, Asse ed Alleati. Generalmente si considera l'asse come l'alleanza tra Germania, Giappone ed Italia, escludendo erroneamente altre nazioni che hanno fatto parte dell'alleanza politico-militare. Questo articolo tratterà del membro dell'asse meno conosciuto ed anche quello passato più inosservato, la Bulgaria.

La Bulgaria tra gli anni trenta e quaranta.
Il Regno di Bulgaria, attraversò verso la metà degli anni trenta una forte crisi interna, nel 1934 un gruppo politico rivoluzionario chiamato Zveno, attuò un colpo di stato, molto simile a quello avvenuto in Italia nel 1922, Re Boris III concesse inizialmente allo Zveno di governare sulla Bulgaria, ma poco più tardi all'inizio del 1935, orchestrò una manovra politica che estromise lo Zveno da ogni carica politica, pose quindi al governo un esec…