Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2017

Panzer! Beh non proprio.

Sono più che sicuro che vi starete chiedendo, "Ma che diavolo è quel coso in foto?!" beh, vi sembrerà impossibile, ma ciò che state guardando è il primo carro armato tedesco della storia!
Nell'immaginario collettivo, il carro armato tedesco per eccellenza è il classico Panzer IV, oggi però andiamo a conoscere il capostipite dei carri tedeschi, l'A7V.

La nascita

Lo Sturmpanzerwagen A7V venne progettato Tra la fine del 1916 ed i primi mesi del 1917 dopo che i tedeschi, dovettero affrontare per la prima volta i carri inglesi (Mark I) alla Somme, che nonostante ebbero un esordio non del tutto esaltante dimostrarono di avere delle potenzialità che se ben sfruttate potevano trasformare, il carro armato in un arma devastante.
L'A7V era un mezzo relativamente semplice, uno scafo squadrato che poggiava sulla cingolatura, frontalmente costituito da una forma a V che consentiva una maggiore protezione dai colpi nemici (Corazzatura da 10-33 mm).
Il carro vista la mole (33.000 Kg)…

La battaglia delle Termopili

Nel non lontano 2007 nelle sale cinematografiche uscì un film chiamato "300", ispirato all'omonimo fumetto di Frank Miller.
Il film ed il fumetto, prendono ispirazione da fatti realmente accaduti, ma è veramente andata come narrato nel film? Scopriamolo!

Nel 480 a.c. la principale potenza del mondo antico è l'Impero Achemenide (Detto comunemente Impero Persiano). 
Dieci anni prima, i Persiani guidati da Dario I decisero di inviare una spedizione in Grecia per punire Atene ed Eretria, colpevoli di aver sostenuto le polis della ionia nella rivolta contro i persiani.
L'esercito persiano, assediò, conquisto e poi rase al suolo Eretria. Mossero poi in direzione di Atene, dove fu però inaspettatamente e sonoramente sconfitto dal piccolo esercito ateniese.
La grave e decisiva sconfitta (Battaglia di Maratona), costrinse almeno momentaneamente i persiani ad abbandonare l'Attica ed a rinunciare alla conquista della regione.

Circa dieci anni dopo, Serse I (Figlio di Dario I)…

La Battaglia d'Inghilterra

Il 18 Agosto di settantasette anni fa, fu il giorno più duro della battaglia d'Inghilterra, in cui entrambi gli schieramenti subirono il maggior numero di perdite.
Nel 1940 dopo aver sconfitto la Francia, la Germania nazista cercò di raggiungere un accordo diplomatico con la Gran Bretagna, quest'ultima guidata da Winston Churchill però, rifiutò le offerte di pace avanzate da Hitler.  Vista l'impossibilità di portare a termine il conflitto tramite una soluzione diplomatica, la Germania doveva decidere quale strategia adottare per costringere i britannici alla resa.
Nacque così l'Operazione Leone Marino, nome in codice dell'invasione dell'Inghilterra. 



L'invasione del territorio inglese aveva due grandi ostacoli; la Royal Navy (Marina militare britannica) e soprattutto la Royal Air Force (Aeronautica militare britannica).
Il dominio dei cieli era necessario se si voleva avere una qualche speranza di riuscita dell'operazione. 
La Luftwaffe, non aveva però una pr…

La storia non si cancella

Alla fine l'ignoranza ha vinto, la statua commemorativa dedicata al soldato confederato che si trovava in Virginia è stata abbattuta.
E' davvero giusto cancellare la storia, giusta o sbagliata che sia?
E' giusto cancellare con l'uso della violenza una parte della storia di un paese?
Chi siamo noi per poter decidere quale parte della storia vada tramandata e quale no? 

Cosa accadrebbe se ci arrogassimo il diritto di decidere autonomamente di cancellare un pezzo della nostra storia?
Facile rispondere, le future generazione verrebbero private di un tassello importantissimo. La storia anche e soprattutto quella sbagliata va tramandata, gli errori insegnano, dimenticarli rende solo possibile una ripetizione degli stessi.

Gli stati uniti d'america sono sempre stati fieri del loro essere bipartisan nei confronti della loro storia. Oggi invece, hanno deciso di schierarsi, di cancellarne un pezzo, forse perché scomodo o forse per una mera questione di politica in chiave elettoral…

Le radici del male

Come dite? C'è una svastica? Si, ma non parliamo di nazismo, oggi andiamo a conoscere la Thule-Gesellschaft meglio nota come Società Thule.
Che barba! l'ennesimo articolo sulle origini del nazismo! Si beh, fosse così sarei d'accordo con voi, ma non è ciò che pensate.
Nell'immaginario collettivo, a fondare il NSDAP (Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori) è Adolf Hitler, niente di più sbagliato, Hitler si avvicina al partito nazionalsocialista nel 1919 e lo fa in qualità di spia dell'esercito, dopo la guerra infatti impossibilitato a continuare una vera e propria carriera militare a causa delle restrizioni imposte dal trattato di Versailles, Hitler venne incaricato di spiare varie sezioni locali di partiti legati all'ambiente comunista, uno di questi era il partito nazionalsocialista. 
Chi ha quindi fondato o per meglio dire plasmato l'identità culturale e ideologica di Hitler e del partito nazionalsocialista? La società Thule.
La Thule venne fondata …

Storicissimo!

Storicissimo è online!
Cari lettori benvenuti su Storicissimo! 
Vi starete chiedendo, che diavolo è Storicissimo?!
Storicissimo è un blog (Ma dai?!) che ha come tema principale, la storia. Storia di che? Di tutto! 
La mia passione per la storia ha inizio fin da quando ero un piccolo storico, i miei coetanei erano impegnati a scambiarsi le figurine ed a guardare DragonBall, mentre io ero nel seminterrato di una libreria, sezione "Storia per ragazzi", diciamo che una parte di me da li non è mai più uscita; precisamente da quando misi gli occhi su un libro riguardante l'antica roma, da quel momento in poi, la mia mente venne inesorabilmente rapita da quel vortice d'informazioni che noi chiamiamo comunemente storia.

Storicissimo cercherà di trascinare anche voi all'interno di questo meraviglioso mondo, con una particolare attenzione alla storia militare, branca che negli anni è divenuta al centro della mia passione per la storia.

I vostri commenti sono ben accetti, anzi sp…